SnakeDesign nasce per caso. Mille tessere di un mosaico che dopo anni di sospensione, inaspettatamente trovano il modo di unirsi e di rivelare il disegno che i frammenti avevano cinicamente celato.

Per anni come se fosse sempre stato lì, il desiderio di far rinascere oggetti e situazioni, appare. In un mondo che ci ha abituato alla sostituzione più che al recupero, la nostra proposta, che parte dalle moto, ma nasce nel rispetto della materia e della nuova possibile destinazione d’uso, prende forma.

La nostra non è una creatività finalizzata alla performance e al design, ma parte dal danno, dallo stato logoro, dalla necessità. La creatività in questo caso non è altro che una ”exit strategy” per materiali e oggetti che possono tornare ad avere una funzionalità accettabile, o addirittura una nuova funzione d’uso. Usiamo la creatività e le competenze che abbiamo (non sempre purtroppo tutte quelle che sarebbero necessarie) per creare e  recuperare oggetti, anche i più banali e farli tornare ad una funzionalità, a volte l’originaria, a volte diversa.

Lavoriamo su complementi di arredo, su tessili, illuminazione, arredi in legno, in pelle, metallo e oggetti di ogni genere. In questo momento in cui le nostre case hanno il bisogno di scoprire nuove funzionalità e di inventare nuovi spazi e nuovi utilizzi, noi proviamo a rendere migliore o semplicemente diverso quello che già c’è.

Le moto sono solo la punta dell’iceberg creativo, quella con cui ‘’giochiamo’’ più volentieri, ma in un’ottica estrema di “circular economy”, pensiamo che per ridurre i danni ambientali provocati dall’esasperata estrazione di materie prime, il  recupero e la ‘’second life’’  siano una strada da percorrere. Nel gennaio 2022 nasce per questo, HALF SPIDER che è la nostra divisione nata per l’arredo e l’oggettistica di recupero.

 

Non siamo scienziati ma sarebbe curioso mettere a confronto i ”danni” provocati all’ambiente per l’eccessivo consumo o tasso di produzione di CO2 che una vecchia moto produce e i ”danni” che, per produrre un veicolo equivalente portiamo all’ambiente, CO2 per impianti produttivi per estrazione e trasporto delle materie prime e di movimentazione e commercializzazione del veicolo stesso… forse si chiama semplicemente economia globale…ma sino a lì non ci arriviamo… Il nostro vuole essere solo uno spunto di riflessione  privo di ogni carica polemica.

 

Nello spazio polifunzionale della nostra sede, in condivisione con altre 2 società del settore della comunicazione , trovano spazio un laboratorio/officina, quattro postazioni di ufficio, una  sala riunioni, un piccolo show room espositivo, una taverna per piccoli eventi e uno spazio per offrire una birra agli amici.

Tutto all’interno provieni da materiali e oggetti destinati alla discarica e poi recuperati, o  da materiali derivati da scarti del legno. Nel  caso del  legno ”vergine” di alcune strutture, lo stesso proviene da foreste controllate.

Anche gli spazi hanno subito lo stesso trattamento. Gli alti soffitti  ci hanno consentito di realizzare dei soppalchi, e le pareti fungono da vero e proprio spazio espositivo per accessori di moto, oggetti di arredo e campionario per finiture murali e trattamenti.

 

Vi accompagniamo ora a fare un  ‘’giro”  nella  nostra sede.

L’idea è stata di rendere reale e dare vita fisica ad una pagina del sito di una delle 2 società che condividono i nostri spazi, la LOOH Affissioni Pubblicitarie,  nata prima digitalmente e poi  fisicamente.  In questa avventura creativa ci ha assistito l’altra azienda che “vive” con noi, la Leodari Pubblicità. Abbiamo realizzato così un iconico Skyline rosa,  che illuminato, rende lo spazio  veramente suggestivo.

Completa l’ambiente un “sobrio” tavolo effetto tigre da noi realizzato con una struttura recuperata di un mobile anni 80.

Abbiamo recuperato due lampadari anni ’60 trovati nella cantina della sede. Gli interventi apportati sono stati: pulizia, carteggiatura e rimozione ruggine, verniciatura spray con fondo effetto bronzo e  smalto nero, verniciatura candela portalampade con primer e termica, sostituzione catena e fili impianto elettrico. montaggio pezzi mancanti in cristallo, sostituzione spine ottone di collegamento cristalli, lucidatura cristalli.  

Realizzazione banco da lavoro con pannelli in legno riciclato (Truciolato OSB) e lamiera mandorlata di recupero.  Al di sotto carrelli contenitori da officina  sempre in OSB e travi quadre in legno da foreste certificate. Per finire una lampada da lavoro anni ’60 recuperata. Alcuni bancali sono stati utilizzai come mensole da parete.

Divano realizzato con bancali di recupero e  un materasso  in lana rifoderato in velluto, lo abbelliscono alcuni cuscini ricoperti con scampoli di tessuto avanzato. I caloriferi sono stati ricoperti con i bancali. Delle ortensie recise e poi trattate con vernice trasparente, addobbano l’ambiente. La balaustra del soppalco è fatta con bancali e profilati di recupero in ferro. Le pareti del bagno e il ribassamento del soffitto sono ricoperti con tubi di cartone  Sul muro alcune quadretti con cornici realizzate con imballo di cartone.

LETTO INDUSTRIAL CHIC

Alessandro è diventato grande e il suo letto a castello IKEA è stato modificato segando ed aggiungendo parti in legno diventando così  un letto singolo, con letto estraibile. Realizzata la struttura  si è passati a dargli un aspetto ”industriale” usando il fuoco con una antica tecnica giapponese, la Shou Sugi Ban  poi, un impregnate ed infine una cera. Per rendere un pò più chic il progetto si è pensato di aggiungere una sontuosa e non convenzionale testiera in capitonnè, con una finta pelle stampa rettile e dei bottoni di ispirazione gotica in ottone.

REALIZZAZIONE DI UNA LAMPADA

Quello che restava di una lampada da comodino in stile anni  ’60 trovata nella cantina di un amico, è stata trasformata in lampada da arredo. Gli interventi sono stati: pulizia, lucidatura marmo, asportazione ruggine e verniciatura stelo, elettrificazione con inserimento portalampada, filo ricoperto in stoffa e interruttore vintage, realizzazione paralume in rete alluminio ottonata e passamaneria con strass.